san faustino, che invenzione

ieri mi sono sentita in dovere di andare a ballare per due ragioni:
– ho passato la mattina a scrivere cose fantasiosissime all’ULTIMO esame (dopo un’agonia iniziata il nove gennaio) … e ne sono uscita abbastanza entusiasta, ho riposto nella capiente borsa di carpisa in finta pelle (euro 21) il mio kit per l’arrampicata libera su pareti verticali di vetro antiriflesso e me ne sono andata a casa. ero così giuliva che mentre sentivo l’ipod mi sono messa a cantare in playback, con tanto di espressioni facciali, air guitar e pose da rockstar. la cosa è proseguita a Rogoredo (luogo che risucchia il senso dell’umorismo fuori dalle persone) e si è interrotta solo sul treno, dove mi sono addormentata come un sacco di patate cadute dal carretto.
– la ragione numero due per darsi alla discoteca è questa stramaledetta festa dei SINGOL. visto che nella mia compagnia, tranne rare eccezioni, si è tutti handicappati sul piano sentimentale, ci siamo convinti che andare a ballare è produttivo (mai vero. tipo, io ho un limite di sopportazione oltre il quale guardo tutti con odio e li voglio abbattere con l’accetta che abbiamo in campagna per tirar giù le piante. ciò, se la vediamo sul piano dell’accoppiamento maschio-femmina, non dona una particolare sfumatura di fascino alla mia persona e, se uno mi saluta o fa il simpa, io ringhio).

vabè, quindi siamo andati. la cosa migliore che mi è capitata è vedere un tipo uguale a MAGNETO degli X-men. qui si potrebbe aprire un dibattito “cosa ci fai, o ultraquarantenne brizzolato e rugoso, a una festa di universitari o giù di lì?”. tali creature spesso si muovono in branco e attirano l’attenzione continuando a ordinare bottiglie. la categoria che più mi rattrista (tipo il nostro amico Magneto) è il vecchiardo che va in discoteca da solo, prende un drink all’inizio della serata e si piazza contro un muro a veder passare giovani culetti. continua a stare lì con aria da figo anche quando ormai il bicchiere è vuoto e sembra ancor più fuori posto.
comunque, mi aspettavo che Magneto facesse fluttuare qualcosa o indossasse il suo bellissimo mantello, invece niente… un giovane pelato con occhiali alla Ciccio Graziani e camicia bianca presa sul mercato, si è messo a dare spettacolo. inizialmente ha fatto schiantare sul pavimento quel che stava bevendo, bicchiere e tutto. quindi alè, tutti a ballare sul vetro. poi si è mosso, tipo FUCO in cerca della sua regina, da un capannello di donne danzanti all’altro, seminando il panico e ricevendo sputi e borsettate. i suoi amici erano piegati in due e lo incoraggiavano con virili pacche sulla spalla e abbracci (di quelli che più che un abbraccio sono delle spallate). poi vabè, un tizio sudatissimo, con bandana e canotta da bagnino, si è messo a percuotere dei tamburi… quello era bravo, molto antiestetico ma fenomeno.

devo trovare un modo per tollerare di più le persone.

9 commenti»

  Longinus wrote @

Per questo cerco di non mettere piede in simili luoghi di rattristamento generale unito a “stiamo soli tutti insieme”.
Meglio un ambiente buio, tutto in legno dove ci si svacca, rutto libero e discorsi sul più e sul meno, davanti ad una birra e un assolo di batteria😉

  il Coach wrote @

Ma vuoi mettere il grido dalla console “Un saluto agli amici di Civita di Bagnoregio…benvenuuououutiiii!!!” Dai, sono cose che ti segnano!

  il Coach wrote @

A proposito…Francesca, sei single? Anche io…parliamone!

  plexyglassprincess wrote @

@ Longinus > almeno non mi sono messa a chiedere in giro “sei il mio amico di internet???”😀
@ il Coach > ebbene si, sono SINGOL… ma ho i miei minipony e la mia sconfinata intelligenza. seh, questa è bella. tu che scusa hai?😄

  Gea wrote @

quindi voi in campagna abbattete le piante con l’accetta… uno strano modo di approcciarsi alla natura e fa molto addams’ family, quindi avete tutta la mia approvazione. Io purtroppo ho festeggiato s.valentino, dico purtroppo perchè non avevo fatto i conti col fatto che non eravamo i soli con quel proposito; abbastanza surreale trovarsi circondati solo da coppiette, roba da lasciarsi per non uniformarsi!

  wrote @

fossi in te non riuscirei nemmeno io a tollelare certe persone. vecchiazzi in discoteca … brrrr

  gacchan wrote @

Ma che bello il bloggo nuovo!!=D
Cmq io in discoteca non ci metto piede da un sacco di tempo e ne vado orgogliosa.^^ e di cosa assurde quelle 5 o 6 volte che sono andatain discoteca per feste di liceo/ di università ne ho viste e mi sono anche bastate!XD

  LaVa wrote @

Ne succedono di tutti i colori in discoteca!😄 Vabbè, anch’io voglio una borsa di Carpisa ç_ç

  il Coach wrote @

Io non cerco scuse per il mio status SINGOL…forse il problema è che cerco donne che non esistono


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: