new york è un ottimo set

sono stata parzialmente costretta a disintossicarmi dai telefilm americani a causa del malaugurato sciopero degli sceneggiatori… per fortuna e con grande tempismo, mi sono riavvicinata a Nip/Tuck, che mi ha intrattenuto nel cupo periodo di totale assenza di tutte le altre serie (il dr.Troy è sempre il migliore, anche se l’ho trovato piuttosto pingue! vabè, un dr.Troy grasso è comunque un bullo in confronto ad ogni altro smilzo sfigatello stile Seth Coen, per carità di dio). oltre a riscoprire l’ammmore per chirurgia plastica, lamborghini arancioni e dottori che copulano come coniglietti, ho piacevolmente iniziato a seguire diverse cose ambientate a new york…. di qualcuna ho già parlato ma non importa, dopo aver visto un discreto numero di episodi ho più motivazioni per dire che era meglio Sex and the City, mi sento autorevole.


Cashmere Mafia è tollerabile… hanno democraticamente dato un marito alle due più vecchie e lasciato a spasso Lucy Liu e la tizia bionda, che mi sta un sacco simpatica anche se è un po’ un puttanone. Lucy Liu risponde allo stereotipo “Carrie”, si veste in modo leggermente più assurdo delle altre ma quanto a profondità psicologica ci troviamo in una bacinella. il problema è che sono tutte molto “donna in carriera che ti calpesterà con un tacco 12”, mancano della confusione sentimentale e del sogno dell’ammmmore vero che tanto era carino nelle zie di SATC. più che un telefilm davanti a cui piangere (Mr.Big va a Parigi, io ululo e singhiozzo per le due ore successive), è uno spettacolo da far registrare alla stylist (chi non ha una stylist!)… Cashmere Mafia è un’ottima scusa per invidiare il guardaroba delle quattro gallinacce, per il resto, poca roba (e uomini deprimenti).


mettere Cashmere Mafia in un frullatore, aggiungete una invadente sponsorizzazione della Maybelline NY e vi uscirà Lipstick Jungle (perchè si pensa che riciclare Candance Bushnell sia una garanzia di successo). anche qui ci becchiamo le tre fasce d’età: mamma di successo con figli e marito casalingo (che però dirige una casa di produzione cinematografica… non ho deciso se provare speranza o desiderare una falce affilata), stangona bionda sposata, giovane stilista un po’ oca e in cerca dell’anima gemella. uomini tragicamente sfigati (è belloccio l’amante venticinquenne della bionda… ma non sono qui a stracciarmi le vesti) e tizie abbastanza ingodibili. la stilista è la peggiore, sempre a fare il cerbiatto orfano di madre… ma basta! quella che vestono meglio è Brooke Shields, che ha tutto il mio rispetto per essere così bella e ben conservata… quanti anni può avere? 76? comunque, anche qui, piacevole e frizzantino, ma nulla di eclatante.


il faro nell’oscurità è sempre Gossip Girl! con mia grande gioia, le puntate nuove dovrebbero uscire in aprile… e spero in meno Serena e più Blair. Serena mi pare sciatta e poco interessante… non godo nemmeno il suo fidanzato (povero ragazzo intelligente e incompreso, nessuno sa apprezzare il tuo animo sensibile… che palle!). spero venga scaricato e sostituito da Nate, che non sa niente ma è un bel vedere. quel che davvero funziona in questo show è la stronzissima Blair Waldorf, lunga vita a Blair e fuori dai piedi tutte le altre! di Blair approvo l’abbigliamento, l’indole vendicativa e il fatto che abbia una cameriera personale. il mio più grande sogno (oltre al fatto che la scienza mi dica che gli unicorni esistono in natura) è che Blair si metta con il pessimo Chuck, sono la coppia perfetta (tale concentrazione di cattiveria produrrebbe l’apocalisse, ma non è quel che importa). Gossip Girl è la versione a puntate di Cruel Intentions… qualcosa di cui il mondo sentiva il bisogno. esultiamo!

ricordo che Sex and the City uscirà a maggio… ora, è obbligatorio andarci a gruppi, con tacchi alti e bottiglia di  martini. e voglio le foto!

4 commenti»

  Gea wrote @

mi barderò a dovere per SATCH! grazie per le anticipazioni, per me i telefilm sono il vizio supremo, altro che sigarette e se il livello mi permetterà che disintossicarmi non posso che esserne contenta!

  Tania wrote @

che meraviglia, non conosco neanche un telefilm! o meglio, li conosco per sentito dire ma non li ho mai visti. dr house & company non riesco a guardarli perchè poi entro in paranoia e mi mettono ansia. una ipocondriaca come te non dovrebbe proprio guardarli!😀 l’ultimo telefilm che ho seguito, a parte ally mcbeal, è stato dawson creek… per cui andiamo indietro di parecchi anni!

“mamma mia” esce mese prossimo in america. l’italia ovviamente è il paese che dovrà attendere di più.
Ottobre. ripeto: O T T O B R E.
non ce la posso fare.

ne approfitto per farti gli auguri di buona pasqua!🙂

  Gea wrote @

Tania cos’è mamma mia?
Ne approfitto anch’io per gli auguri! Fra non mi diventare un coniglietto pasquale!

  Karen wrote @

Gli altri non li ho mai visti ma concordo pienamente con quello che hai scritto riguardo “Gossip girl”, Serena e Dan son diventati noiosi, Blair è uno splendore e Chuck sarebbe il suo degno compare (*_*).


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: