grande grosso e coglione

mi scuso per il francesismo usato nel titolo, ma il film di Verdone non mi è proprio piaciuto… per fortuna che ieri c’era il cinema a un euro, altrimenti mi sarei sentita rapinata. sai quante cose si possono fare con 7 euro? bersi un cosmopolitan… comprare un valido ombretto… aggiungere un minipony alla collezione… comunque, questo è il classico film di cui non si sentiva il bisogno e che, una volta realizzato, conferma la sua intrinseca inutilità. lasciamo stare che gli ottimi incassi convinceranno anche i produttori più di buon gusto a far proseguire la fola, ma è davvero un film terribile.

mi stava piacendo la piega che Verdone aveva preso… oddio, non ho i poster in camera, ma era finito in film almeno tollerabili… e adesso eccolo ripiombare in roba trita e vecchia. che, oddio, se facesse ridere mi andrebbe anche bene… in questo film ho riso 5 volte (ci tengo a precisare che per farmi ridere basta pronunciare la parola CACCA).
c’è un altro forte problema… di mio, mi sento offesa dai film a episodi. mi pare un espediente da usare su spettatori scemi che hanno lo span di attenzione di uno stormo di parrocchetti. mi offendono anche perchè denotano l’incapacità di inventarsi una storia abbastanza solida da reggere per tutta la durata del film (e qui ci si può chiedere, non ti viene bene una storia? ma non farne 3… lascia perdere!). la cosa splendida è che, nonostante la costruzione a episodi (per cervelli semplici), ci si annoia. è praticamente impossibile, ma ci si annoia. alla fine non ne avevo più, siamo usciti dal cinema all’una e mezza di notte, sui gomiti. niente è riuscito ad alleviare il mio tedio.
i tre episodi sono tristi. il primo, con la famiglia di scout, non so a voi ma a me fa prudere le mani. già è nota la mia antipatia per gli adulti in pantaloncini corti e fazzoletti a strisce, figuriamoci poi se ci metti degli orologi a cucù e un’intero parentado intorno. quello con i coatti non era malissimo, anche perchè gli uomini almeno avevano il culo della Gerini da guardare (è ben conservata, ma quanti anni ha??)… il ragazzino era divertente, la Riccobono è stata molto criticata dai miei amici per l’assoluta mancanza di tette, a me non è dispiaciuta (non so se la vicinanza con Moreno la facesse sembrare più raffinata di quel che è, ma mi è parsa davvero molto aggraziata… ha una scopa nel sedere ma se deve interpretare una che se la tira, va benissimo). il più divertente penso sia l’episodio col professore pedante (anche perchè il figliolo timidino e anemico non mi dispiaceva. ha perso un po’ di poesia quando si è messo a correre sulla spiaggia come un’anatra zoppa)… il problema di quel personaggio è che ti fa sogghignare per 10 minuti ma poi lo odi anche tu.
ora, non voglio fare quella che ama il cinema d’autore, le avanguardie francesi, il neorealismo e i documentari sulla sacra sindone, ma questo film è grottesco, non divertente e interminabile.

7 commenti»

  cherrygrrl wrote @

Io odio verdone, non mi fa ridere.
Noi abbiamo assistito a 10.000 a C: inguardabile… pensavo di vedere allegri animaletti in evoluzione, quali tirannosaurus & co., con omidi pelosi… invece era tutta un’altra cosa!
7 euro sprecati (e coda chilometrica di cui già ho parlato)

  wrote @

a parte il fatto che io Verdone non lo tollero, e non lo tollererò mai. comunque. ultimamente sono andata al cinema con delle mie amiche e abbiamo visto “Tutti i numeri del sesso” (di meglio non c’era) e mi sono resa conto di aver buttato via sei euro, siamo uscite a metà film.
son cose che scocciano queste.
umpf.

  Gea wrote @

Io invece ne ho approfittato con “27 volte in bianco” (tanto per stare sul pezzo!). Sono contenta di averlo visto, Kathrine Heigl, mi è piaciuta e poi io l’adoVo!

  plexyglassprincess wrote @

@ Cherry > eviterò accuratamente 10000… mi pare molto simile ad apocalypto, ciò non può promettere nulla di buono!

@ Vè > a me non è mai capitato di uscire a metà film… ma boccheggiare fino alla fine è un uguale spreco di soldi… pagare per non divertirsi è la cosa peggiore!😀

Gea > anch’io voglio vedere quel film, mi manca una commediola romantica leggera e spumeggiante… e poi la kathrine mi sta simpa😀

  Betta wrote @

io nn avrei speso nemmeno un euro! ma xkè nn sei and a vedere il cacciatore di aquiloni? ho letto il libro ed è bellissimo

  auryness wrote @

io mi vergogno un pò a dirlo ma siamo in ballo e balliamo…eravamo in cerca di un film che ci facesse saltare dai divani(e si ero a casa nn al cinema) e abbiamo comprato REC. ecco: nn c’è niente di più stupido!nn è nemmeno degno di essere chiamato FILM… apparte che fa venire il voltastomaco, ma n on x le scene di sangue, ma xche è fatto sullo stile LA STREGA DI BLAIR, quindi riprese amatoriali, ma in più è doppiato da fare schifo e i dialoghi nn sono nemmneo veri dialogh!i!!! io piuttosto voglio andare a vedere PERSEPOLIS!
ciao!

  kusanagi wrote @

che nn pago un film sette euro ormai sono veramente anni, tra tessera arci-agis e giorni a riduzione ormai il prezzo pieno e’ un lontano ricordo …
Cmq per un’euro il film di Verdone l’avrei visto anch’io, altrimenti meglio noleggio o Sky.


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: